Autori A-Z

Emmanuela Carbé

Emmanuela Carbé (Verona, 1983) ha scritto Mio salmone domestico (Laterza, 2013), finalista al Premio Bergamo e incluso nell’antologia "La terra della prosa" (L’orma, 2014), e L’unico viaggio che ho fatto (minimum fax, 2017). Ha partecipato alle antologie "L’età della febbre" (minimum fax, 2015), "Ma il mondo, non era di tutti?" (Marcos y Marcos 2016), "Con gli occhi aperti" (Exòrma, 2016) e "Princesa e altre regine" (Giunti, 2018). Ha collaborato alla traduzione dell’edizione italiana di Sisters of Revolution (Le Visionarie, a cura di Claudia Durastanti e Veronica Raimo uscita per Nero nel 2018). Suoi racconti sono stati tradotti in inglese da Isabella Livorni (in «Lunch Ticket», «Asymptote Journal» e «The Susquehanna Review») e in tedesco da Mirjam Bitter ("Leben und Ansichten von Hauslachs", per il progetto leggìIO).
Ha concluso un dottorato in filologia moderna a Pavia e un master in informatica umanistica ad Arezzo. Lavora per il progetto PAD – Pavia Archivi Digitali.
Fa parte della giuria del Premio Settembrini e della giuria di selezione del Campiello Giovani.
Nel 2002 ha vinto il Premio Campiello Giovani.

Books

Princesa e altre regine
Giunti Editore, 2018
L'unico viaggio che ho fatto
minimum fax, 2017
Ma il mondo non era di tutti?
Marcos y Marcos, 2016

News